PAULO SOUSA – E’ stato uno dei crucci di Franco Baldini negli ultimi anni. Il portoghese piace da morire al dirigente e si è già stancato dell’esperienza in Cina. L’ex allenatore della Fiorentina è attualmente al Tianjin Quajian, ma il suo agente, Sem Moioli, starebbe trattando la rescissione del contratto: un particolare sinistro per Di Francesco, se si aggiunge il fatto che lo stesso Moioli si trovava domenica a Londra, dove risiede Baldini. Forse un caso, o forse no.

 

LAURENT BLANC – Anche la sua candidatura ha gravitato spesso su Trigoria. Il francese era uno dei principali candidati per il dopo Zeman, ma poi venne preferita la soluzione interna. Ha dalla sua una grande esperienza internazionale, la capacità di parlare almeno 3 lingue e la conoscenza del calcio italiano, avendo giocato con le maglie di Napoli e Inter. E’ fermo dal 2016, dopo il triennio col Paris Saint Germain.

 

CLAUDIO RANIERI – Altro grande ex, altro salvatore della Patria quando nel 2008 subentrò al posto di Spalletti e per poco non vinse lo scudetto con la Roma. E’ l’aggiusta-tutto per eccellenza, forse il migliore da prendere in corsa. Tuttavia Ranieri è molto legato alla vecchia gestione e non corrisponde molto all’identikit della dirigenza attuale.