Il gruppo : una componente fondamentale per conquistare obiettivi e traguardi importanti . E’ un elemento che di certo non manca nel Napoli di Maurizio Sarri,autore di un grandissimo avvio di stagione ,che ha portato al primo posto in classifica nel campionato italiano .

Tantissimi gli spunti in questo grande avvio dei partenopei ,che nelle loro file presentano delle figure fondamentali , i cosiddetti “leaders” che hanno un ruolo fondamentale nella corsa allo Scudetto! Tra le figure di maggior spessore nello spogliatoio c’è sicuramente il capitano Marek Hamsik ,pronto alla super sfida contro la Juventus . Il fuoriclasse slovacco è a caccia del 115esimo centro con la maglia azzurra ,cosi da raggiungere Diego Armando Maradona nella classifica marcatori “all time” della storia del club partenopeo ,ed un gol contro la “Vecchia Signora” sarebbe la ciliegina sulla torta . Altro leader del gruppo azzurro è sicuramente Pepe Reina : il portiere spagnolo è fondamentale nello scacchiere tattico di Maurizio Sarri,che lo ritiene imprescindibile come “guida “per la difesa azzurra . Inoltre il pacchetto arretrato (causa l’infortunio di Ghoulam) ha riscoperto Christian Maggio, tra i miglior in campo nella sfida contro l’Udinese .Impeccabile sia nella fase difensiva che, soprattutto, nella fase offensiva(il terzino azzurro ha conquistato il decisivo calcio rigore), quando serviva spingere e domare il pallone, in una partita ostica e decisamente fisica contro l’Udinese scesa in campo con il dente avvelenato, affamata e bramosa di una vittoria che proprio Maggio gli ha negato.Ieri, come in tutte le occasioni in cui è stato interpellato da mister Sarri, per subentrare in sostituzione a qualche compagno di squadra, ha dimostrato di essere all’altezza di questo Napoli forte e ambizioso, di potersi adattare, nei limiti delle sue qualità tecniche, ad ogni tipo di gioco e soprattutto di poter assicurare qualità ad uno dei “Napoli più belli di sempre”. Infine ,concludiamo con il tridente leggero ,simbolo della rivoluzione targata Maurizio Sarri : da Insigne ,napoletano di Frattamaggiore e talento purissimo del calcio italiano ,passando per Dries Mertens ,il folletto belga trasformato da Sarri in un vero “nueve” ,fino ad arrivare a Josè Callejon ,stacanovista e perno fondamentale nello scacchiere tattico dell’ex tecnico dell’Empoli . Un’orchestra guidata dal Maurizio Sarri ,vero top player del club partenopeo ,pronto alla conquista del Tricolore ,cosi da entrare nella storia del calcio italiano ed europeo!