calcioscommesse
Il momento in cui Niculae sbaglia il secondo rigore durante Astra Giurgiu-Pogon

Anni e anni di discorsi sul calcioscommesse, su come evitare che le gare vengono truccate, sulle azioni preventive presso giocatori e società e sull’ottimo lavoro di FederBet (guidata dall’italiano Baranca) per scongiurare le ”taroccate” calcistiche: pensavamo di avercela fatta, di aver ridotto un fenomeno nato in modo ”casalingo” negli anni ’80 (o forse anche prima, ma c’era meno attenzione mediatica) e diventato una scienza quasi esatta (con giocatori disposti a ”vendersi” per 10mila euro o poco più, e faccendieri pronti a offrire soldi a pioggia), ma ci sbagliavamo, e pure di grosso.

 

Per scoprirlo, basta andare a dare un’occhiata all’inchiesta realizzata dall’illuminato giornale rumeno Gazeta Sporturilor, che distrugge in un attimo tutte le nostre convinzioni riguardo al match fixing. L’ispettore della Commissione Disciplinare UEFA Karl Dhont aveva avvisato tutti due anni fa, affermando che ”amichevoli e gare delle giovanili rappresentano il nuovo trend del match fixing”, ma nessuno l’ha ascoltato ed ora ci troviamo di fronte a un fenomeno che, Baranca dixit, ”ha assunto proporzioni endemiche in Europa”. E i risultati, andando a spulciare gli highlights di alcune amichevoli disputate da club rumeni (principalmente contro società russe), sono tra il tragicomico e il drammatico.




Un corollario di errori che oscillano tra il ridicolo e la sensazione di repulsione per uno sport che tutti amiamo, ma sta anche colpevolmente lasciando spazio e terreno fertile per il malaffare: si va dai rigori inventati, fatti ribattere senza motivo e sbagliati apposta per non inficiare il risultato ”stabilito”, ai recuperi dalla lunghezza abnorme, alle topiche da calcio amatoriale, svarioni che non si vedono neppure nel calcetto tra amici (e lo si dice per esperienza). Guardate L’INCREDIBILE VIDEO NELLA PAGINA SUCCESSIVA!

Continua alla pagina 2 selezionandola qui sotto!

Commenta anche tu!